sabato 20 maggio 2017

krumiri Di Riso




Mio Caro blog, non ci vediamo da un anno ormai ma sapevamo entrambi che prima o poi sarei tornata a picchettare i tasti di questa tastiera e a riprendere in mano la mia macchina fotografica; permettimi però di parafrasare Julia Roberts in se scappi ti sposo e di dirti " io garantisco che ci saranno tempi duri, garantisco che ad un certo punto uno di noi o tutti e due vorremmo farla finita , ma garantisco anche se non provo a ricominciare lo rimpiangerò tutta la vita.
Ricomincio quindi in punta di piedi perché è quello che mi piace fare, ecco dei biscottini facili facili di Luca Montersino. 

Benritrovati a tutti voi e a tutti quelli che, nonostante la mia assenza hanno cliccato "mi piace" alla mia pagina Facebook







Ingredienti: tra parentesi le mie variazioni

burro morbido      152.5 g 
zucchero a velo    170 g
miele di castagno   15 g (per me acacia)
uova intere              20 g
tuorli                       11 g (io ho usato 31 g di uova intere in totale)
latte intero fresco  100 g
farina di riso          438 g
lievito chimico          3.8 g (io ho usato 4 g)
un pizzico di sale


Nella ciotola della planetaria con la foglia (oppure con un semplice sbattitore elettrico) montare molto bene il burro morbido con lo zucchero a velo. Sempre con le fruste in movimento aggiungere le uova a filo e il latte insieme al sale.
Aggiungere ora la farina precedentemente setacciata con il lievito e impastare giusto il necessario a ottenere un impasto omogeneo.
Con una tasca da pasticceria in tela o in plastica resistente, munita di bocchetta a stella spremere su una teglia i Krumiri.



Io ho messo a raffreddare in frigo per circa trenta minuti prima di infornare a 180 gradi fino a doratura (circa 20').
Una volta freddi per renderli ancora più goduriosi li ho inzuppati con 200 g di cioccolato fondente fuso e stemperato con due cucchiai di olio di semi di arachidi.
Lasciar raffreddare e conservare in una scatola di latta, se ne rimangono ;)

A presto!



venerdì 6 maggio 2016

Biscotti Da Inzuppo all'Acqua




Biscotti fatti e rifatti  e sempre divorati ad altissima velocità.
Ho sempre amato questo tipo di biscotti, friabili e che si inzuppano tantissimo. Questa ricetta soddisfa tutte queste caratteristiche.
L'idea nasce dalla ciambella  di Di Carlo e si ottengono dei biscotti molto più leggeri di quelli che ero solita fare col latte.





Ingredienti:
290 g farina 00
2 uova grandi (115 g)
100 g zucchero
50 g olio di arachidi
25 g acqua
10 g ammoniaca per dolci
2 g bicarbonato di sodio
mezza bacca di vaniglia (i semini)

zucchero a velo e semolato per lo spolvero


Montare molto bene con la frusta le uova intere a temperatura ambiente con lo zucchero e i semini di vaniglia fino a che non risultano soffici (come per il pan di spagna). Aggiungere a filo sempre con le fruste in movimento l'olio e subito dopo l'acqua in cui si è versato l'ammoniaca e il bicarbonato.
Aggiungere quindi la farina precedentemente setacciata. Mescolare sempre con la frusta fino ad aver amalgamato tutto per bene.


Versare il composto in una sacca da pasticceria  usa e getta e tagliarne la punta a circa 1.5 cm di diametro. 
Strizzare il composto su carta forno in modo omogeneo per ottenere dei bastoncini di circa 2 cm di spessore e 6 cm di lunghezza.
Mescolare un cucchiaio di zucchero semolato e uno di zucchero a velo e spolverare  con un setaccio i biscotti prima di infornarli.


Scaldare il forno a 200 gradi e abbassare subito dopo aver infornato a 180 gradi.
Quando i biscotti cominciano a dorare continuare la cottura con lo sportello in fessura (inserendo una forchetta per non far chiudere perfettamente) fino al termine della cottura (circa 20 min).


Una volta tiepidi metterli su gratella fino a raffreddamento completo.

L'ammoniaca causerà un odore pungente in cottura che non ritroverete assolutamente nei biscotti cotti. Non far attendere l'impasto prima di infornare.
Di solito sono ben asciutti e fragranti appena freddi, se risultassero leggermente umidi basta metterli in forno con la griglia per pochi minuti a 160 gradi con lo sportello in fessura.
Provateli! E fatemi sapere,



venerdì 15 aprile 2016

Carciofi fritti della mia mamma

Ricetta di famiglia, una golosità che condivido con molto piacere.
Senza nessuna difficoltà di preparazione se friggere non è per voi un problema. 
Siamo in periodo di carciofi, buona preparazione e buona degustazione quindi!











Ingredienti:

10 carciofi
150 g di farina 00
150 g di acqua fredda
2 uova medie
30 g di parmigiano grattugiato
5 g di sale fino
5 g di bicarbonato di sodio

un limone 
olio di arachidi per friggere

Pulire i carciofi fino a ottenerne i cuori. tagliateli a spicchi e metterli in ammollo in acqua acidulata con il succo di un limone.
Preparare la pastella semplicemente mescolando tutti gli ingredienti insieme alla farina e al bicarbonato setacciati.
Si otterrà un impasto abbastanza fluido, per uova piccole o farina più assorbente potrebbe essere necessario aumentare leggermente la quantità di acqua.



Tamponare i carciofi con carta assorbente e tuffarli nella pastella.
Scrollare molto bene l'eccesso di pastella da ogni spicchio di carciofo e friggere in abbondante olio di arachidi fino a doratura.


Gustare rigorosamente caldi!